Quesito

Aupi Staff asked 2 anni ago

Dott.ssa C.S. –  AZ. USL  Emilia Romagna

Dipendente a tempo indeterminato dal 2005

Nel 2009 ha presentato richiesta per la ricongiunzione dei contributi versati relativa a più posizioni contributive a tempo determinato. L’INPS chiede oltre  € 5.000. Tenuto conto della normativa vigente e  delle prospettive future la ricongiunzione dei contributi versati è conveniente ?

 

1 Risposta
Aupi Staff answered 2 anni ago

Considerata la limitata anzianità contributiva (presso l’INPS gestione dipendenti pubblici) pari a: 13 aa., 1 mm. e 19 gg. al 30/09/2015, è sicuramente una giusta scelta quella di trasferire il periodo interessato dalla ricongiunzione ( 1 anno e 5 mm.), anche se dovrà sostenere un costo di € 5.854,08, per almeno 2 motivi:

1. passerebbe da un sistema di calcolo interamente contributivo, in quanto assunta successivamente all’01/01/1996, ad un sistema di calcolo misto più vantaggioso rispetto a quello contributivo puro;

2. considerato che, nel periodo interessato dalla ricongiunzione c’è anche un periodo che si colloca prima del 1993, anche se di soli 4 mesi, tale periodo contributivo determinerebbe, ribadisco se ricongiunto, anche una prima quota di pensione da calcolarsi moltiplicando l’ultima retribuzione percepita alla cessazione per il coefficiente di trasformazione (Tab. A L. 965/65) riferito al succitato periodo contributivo al 31/12/1992, che in questo caso è pari a 0,24057 per i soli 4 mesi.

Pertanto, se ipotizzassimo una retribuzione annua alla cessazione di € 100.000, l’iscritta maturerebbe una prima quota di pensione annuale di € 24.057 (100.000*0.24057) grazie ai soli quattro mesi.

Si ricorda, infine, che l’onere da sostenere per la ricongiunzione è deducibile.


new year wishes new year greetings happy new year happy new year 2016 happynewyear2016quotes.com