Aupi Staff asked 8 mesi ago

D.G. Libero professionista

Gentilissimi, sono D. G., psicologa psicoterapeuta della provincia di ………..

Ho visto che la polizza assicurativa stipulata con AUPIRC dà diritto anche ad assistenza fiscale, per cui mi chiedevo se poteste aiutarmi a capire come risolvere un piccolo problema: ho aperto partita iva dal 21/10/2021 e, nei circa due mesi di lavoro del 2021 ho fatto 25 fatture. Il mio consulente non mi ha detto che andavano inserite per legge nel sistema Tessera Sanitaria, quindi non le ho inserite. Cosa posso fare adesso? Lascio tutto così? Inserendo le nuove fatture 2022 nel sistema ho visto che dà la possibilità di inserire quelle del 2021, ma essendo scaduti i termini non vorrei fare qualche pasticcio. Voi che mi consigliate?

Grazie per l’attenzione

1 Risposta
Aupi Staff answered 8 mesi ago

D.G. Libero professionista
 
la risposta al cortese quesito della iscritta non è lieta.
Infatti, recentemente, l’Agenzia delle Entrate ha risposto ad un quesito in merito alle violazioni del sistema tessera sanitaria prendendo una posizione drasticamente rigida ma, purtroppo, normativamente corretta (in allegato).
Infatti con la risoluzione 22/E del 23 maggio 2022 è stato chiarito che la violazione comporta la sanzione di euro 100,00 per ogni singola fattura, quindi, nel caso in questione, la sanzione amministrativa ammonta ad euro 2.500,00.
La scadenza, per il secondo semestre 2021 con scadenza trasmissione il giorno 8 febbraio 2022, poteva essere “sanata” con il pagamento della sanzione ridotta ad 1/3 (quindi euro 833,33) entro il 9 aprile 2022.
Sembra quindi che la posizione non sia ravvedibile.
Inviterei la dott.ssa………… a monitorare, con il proprio consulente, le circolari e le interpretazioni in merito per verificare il da farsi.

Close Search Window