Aupi Staff asked 9 mesi ago

L.T. Dipendente

Buon pomeriggio, con la presente sono a richiedere – a nome anche di altre colleghe iscritte – se sia possibile effettuare il riscatto degli anni di studio del corso di Laurea antecedenti al 01/01/96, seconda la modalità agevolata ? E’ possibile effettuare un riscatto agevolato parziale, anche solo per 1 o 2 anni?

Colgo l’occasione per chiedere anche un chiarimento in merito a quanto si legge in una circolare dell’ INPS di aprile 2021 nella quale sembra sia previsto, qualora il dipendente abbia versamenti contributivi prima del 1996 ed opti per il sistema contributivo puro, il calcolo dell’onere di riscatto degli anni del corso di laurea secondo il criterio a percentuale e non matematico. In che cosa consisterebbe il criterio a percentuale?

Questo criterio potrebbe valere anche per il riscatto degli anni del corso di laurea precedenti al 1996, in assenza di qualsiasi versamento previdenziale?

Grazie per una Vostra risposta, cordiali saluti

 

1 Risposta
Aupi Staff answered 9 mesi ago

L.T. Dipendente
Il comma 6 dell’art. 20 del D.L. n. 4/2019, convertito nella Legge 28 marzo 2019, n 26, come precisato dall’INPS con le varie circolari e note esplicative, prevede la possibilità di effettuare il riscatto “agevolato” del corso legale di laurea anche a coloro che hanno svolto il corso di studi precedentemente all’01/01/1996.
Il succitato riscatto può essere richiesto anche parzialmente.
Il calcolo dell’onere di riscatto “agevolato”, è previsto esclusivamente per i lavoratori con contributi versati dall’01/01/1996, ovvero, per coloro che possono optare al sistema contributivo perché in possesso di: una anzianità inferiore ai 18 anni al 31/12/1995, almeno quindi anni di contributi di cui cinque dall’01/01/1996 e almeno un contributo accreditato al 31/12/1995.
Pertanto, il lavoratore che si dovesse trovare nelle succitate ipotesi, potrà scegliere il sistema di calcolo a percentuale o agevolato.
Il sistema di calcolo a percentuale prende a riferimento la retribuzione media pensionabile dei dodici mesi meno remoti rispetto alla data di presentazione della domanda di riscatto, sulla quale, applica l’aliquota di computo (per il caso di specie 33 %).
Per esempio: se avessimo una retribuzione media dei 12 mesi pari ad € 60.000, il calcolo sarebbe il seguente: 60.000*33%= 19.800.
Vorrebbe dire che l’onere da sostenere per un anno di riscatto sarebbe di € 19.800.
Mentre il calcolo ad onere “agevolato” prende a riferimento il reddito minimale dei lavoratori autonomi (artigiani e commercianti, per il 2022 paria ad € 16.224) sul quale si applica il 33%.
Vorrebbe dire che l’onere da sostenere per un anno di riscatto sarebbe di € 5.354.

Close Search Window