Aupi Staff asked 9 mesi ago

M.F. Libera professionista

Vi scrivo la presente per avere informazioni e chiedere una consulenza contrattuale riguardo un contratto di collaborazione (IN ALLEGATO) che ho in questo momento in essere con un studio privato.

Sono una psicologa libera professionista iscritta ad Enpap e il mese scorso ho scoperto di essere in stato di gravidanza, il medico ginecologo specialista mi ha consigliato vita di riposo perché gravidanza a rischio, con minacce di aborto. Infatti, mi ha rilasciato un certificato medico di maternità anticipata (IN ALLEGATO) in cui mi esonera da ogni attività lavorativa con una estensione anticipata appunto da essa.

Come libera professionista ho un contratto di collaborazione con uno studio privato, dove pago una quota mensile (euro 300). A causa di quanto spiegato sopra, ovviamente in seguito a visita medica ho smesso immediatamente di seguire i miei pazienti in quanto troppo rischioso per la mia salute e quella del nascituro (lavoro principalmente con bambini con Adhd, autismo, ecc.), comunicando verbalmente il tutto al titolare dello studio, ma versando regolarmente la quota relativa al mese di febbraio.

Ad oggi, il titolare dello studio mi chiede un preavviso (3 mesi da contratto) durante i quali io però non posso sostenere le spese di collaborazione di 300 euro mensili in quanto, appunto, allettata e non in condizioni di lavorare, dunque senza alcun guadagno da libera professionista.

Con la presente e-mail, vi chiedo appunto consulenza e aiuto su come potermi muovere, se c’è qualcosa che può tutelare la mia condizione, se c’è la possibilità di svincolo da tale contratto DATA LA MIA SPECIFICA SITUAZIONE DI SALUTE senza dover dare necessariamente il preavviso di 3 mesi e come eventualmente poter formulare per iscritto una disdetta del contatto di collaborazione, avvalendomi del certificato medico che attesta minacce di aborto, impossibilità di lavorare e dunque collaborare con lo studio.

Vi ringrazio anticipatamente per qualunque informazione riusciate a darmi.

1 Risposta
Aupi Staff answered 9 mesi ago

 
MF. Libera professionista
il contratto da lei sottoscritto è un contratto assolutamente sui generis ed è fatto molto male con nessuna garanzia per il professionista che lo sottoscrive.
Trattandosi di un contratto di tipo privatistico, l’unica possibilità è quella di adire a vie legali. Oltre ai costi per le spese legali, il risultato non è assolutamente prevedibile. 

Close Search Window